Feste e tradizioni popolari
31/03/2018 16:30 em Cultura

I brasiliani sono uno dei popoli più festaioli del mondo. Sono centinaia le manifestazioni che nell’arco di un anno si tengono un po’ su tutto il territorio nazionale. Naturalmente la più famosa di esse è il Carnevale, che porta ogni anno milioni di persone dal tutto il mondo a festeggiarlo nelle varie località. A Rio de Janeiro il Carnevale viene festeggiato nelle strade, nei club, con tradizionali balli, ma soprattutto con sfilate delle scuole di samba. Ma Rio non è l’unica città brasiliana che possiede una tradizione di festeggiamenti carnevaleschi sfrenati. Nel sud a Laguna e a Porto Alegre, si tengono altre due importanti eventi carnevaleschi.

Anche il Natale, essendo il Brasile il più grande paese cattolico del mondo, riveste una notevole importanza tra le celebrazioni più sentite dal popolo brasiliano. Giugno è un mese con numerosi festival, poco dopo la Pentecoste, le ricorrenze dei Santi Giovanni, Antonio e Pietro,sono un ottima occasione per organizzare festeggiamenti che si protraggono per trenta giorni, tra le manifestazioni più importanti si ricorda il 12 di ottobre, Nossa Senhora de Aparecida, festa nazionale brasiliana. Ad ottobre a Blumenau, città situata sul Rio Itajai-Acû, si tiene l’unica Oktoberfest al di fuori del territorio della Germania. Migliaia di brasiliani, ma anche turisti si danno appuntamento per assistere alle sfilate in costume tipico nel centro storico di Blumenau, organizzate dai gruppi folkloristici delle prefetture dell’intera Valle dell’Itajai, che proseguono poi durante la notte con clamorose bevute di birra e samba.

L’Oktoberfest è un evento che dura per 21 giorni, e si ripete ormai dal 1984, anno della disastrosa alluvione che sommerse tutto il centro di Blumenau. I cittadini, anziché deprimersi, decisero di organizzare un evento che fosse unico nel paese, per attirare turisti e promuovere la produzione di birra, fortemente colpita dall’alluvione. Nacque così l’Oktoberfest di Blumenau.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Il Carnevale fa parte dell'anima del Brasile, ed anche se tutti considerano Rio come il cuore dl Carnevale Brasiliano, in realtà questa festa attraversa a 360° tutta la nazione sudamericana con la settimana che precede la quaresima che diventa uno dei maggiori periodi turistici dell'anno, quando sono migliaia i viaggiatori che arrivano in Brasile per farsi catturare dalla magia del carnevale. Ma il Carnevale riaffiora in altri periodi dell'anno: è intrinseco nel popolo brasiliano, una festa si trasforma sempre in un grande carnevale!

 

Rio de Janeiro

E' la festa delle feste, una delle più grandi se non la maggiore del mondo, in una sola parola “Carnaval” , in tutte le sue colorate forme è praticamente diventato sinonimo di Rio. Il suo clou sono i 5 giorni scatenati, che vanno dal venerdì al martedì che precede il Mercoledì delle Ceneri, ma i residenti di Rio iniziano la festa in anticipo di mesi. Ammirerete le sfilate con carri allegorici molto elaborati, che vengono affiancati da migliaia di martellanti tamburini e ballerini scatenati, che avviene nel Sambodromo, con il culmine dei festeggiamenti, ma la vera festa carioca la potrete vedere nelle più piccole ma selvagge feste che si svolgono in varie parti della città. I visitatori sono invitati a partecipare a questo folle caos. Ci sono concerti gratuiti dal vivo che si svolgono in tutta la città, e tutta la città balla a ritmi scatenati per tutti i 5 giorni finali di festa. Qualunque cosa sceglierete di fare, preparatevi per le notti insonni, una dose abbondante di caipirinha (in pratica la bevanda nazionale brasiliana per lo sballo) tanta samba e trovarsi immersi ad una folla gioiosa. Attenzione però alle zone che andrete a frequentare. 

 

Salvador Bahia

Il Carnevale a Salvador accende le strade del Pelourinho e dintorni dalla fine di febbraio ai primi di marzo, soprattutto con la musica improvvisata e spontanea dei trios elétricos e cioè bande con strumenti elettrici amplificati che suonano sopra dei rimorchi a volumi spaventosi, circondati da 2 milioni di persone in delirio. Per una settimana intera si balla, si beve, ci si bacia, fino a quando non si cade a terra, per poi rialzarsi il giorno dopo e ricominciare. Ogni anno la città designa un tema

 Porto Seguro Bahia

Porto Seguro possiede un impressionante Carnevale, con abbondanza di balli per le strade, musica per 24 ore al giorno, e senza esclusione di colpi di festa. Forse è un po' meno selvaggio rispetto ad alcune delle famose feste di carnevale in Brasile, ma dura fino al Sabato dopo il Mercoledì delle Ceneri. A Porto Seguro poi si può tornare per Natale, quando per tutti gli appassionati di cultura, si celebra la Festa de São Benedito nella Histórica Cidade. I bambini anneriscono le loro facce ed eseguono danze africane dal 25 al 27 dicembre.

 Olinda 

Ognuno qui indossa un costume per tutti gli 11 giorni, e altrettante notti, del Carnevale di Olinda, che si tiene nel periodi di Pasqua. Balli, notti di samba, ritmi afro-brasiliano e un sacco di spettacoli in strada caratterizzano la celebrazione di questo periodo di feste. Tutto il programma avviene in modo un po' improvvisato per le strade, però di certo l'inaugurazione ufficiale ha inizio con una sfilata di 400 “vergini” (in reltà uomini) e premiazione per la vergini più belle e più osé. 

Recife 

Il ritmo martellante dei maracatu (lenti e pesanti rulli di tamburo afro-brasiliani) che si svolge durante il festival di Recife non è roba per mammole. Si tratta di un evento partecipativo che si tiene a Pasqua, con una euforia contagiosa e danze favolose: la gente non si siede a guardare qui, si unisce alla festa. Anche i mesi precedenti al Carnevale sono pieni di feste e prove pubbliche che sono divertenti quasi quanto l'evento reale, soprattutto la settimana prima di Pasqua.

Paraty

Anche la città di Paraty ama festeggiare, a cominciare dalla sua strana versione del Carnevale di Pasqua. Sono centinaia i giovani festaioli che danzano per le strade ciottolate e, durante la Settimana Santa, celebrano questi magnifici luoghi con grandi fiaccolate. Anche durante la festa del Corpus Domini a giugno, la cittadina si anima nuovamente, e questa volta le strade sono coperte di segatura colorata, foglie, fiori, fondi di caffè e gesso. 

 São Luís, Maranhão

 Bumba Meu Boi è un selvaggio festival folcloristico, derivato da influenze africane, indiane e portoghesi che si confondevano durante il periodo coloniale. L'evento, che si tiene da fine luglio fino a metà agosto, ruota attorno alla storia della morte del bue e della risurrezione. Accompagnato da un discontinuo flusso di artisti di strada, molti vestiti da buoi o da creature mitologiche, a São Luís si racconta la storia attraverso il canto, la danza, il teatro e la capoeira il ballo-lotta afro-brasiliano, molto spettacolare.

Belém

Il Carnevale di Belém è il più grande festival sul Rio delle Amazzoni, ed è chiamato il Cirio de Nazaré: questo perchè ruota attorno a una piccola statua di Nossa Senhora de Nazaré (Nostra 31/3/2018 Carnevali e feste tradizionali del Brasile, le 10 da non perdere  Signora di Nazareth) che si crede di aver fatto miracoli. Per secoli, i brasiliani sono venuti qui per onorare la Vergine, portando la statua da Belem a Icoaraci e ritorno in un corteo sul fiume, di centinaia di barche. Milioni di persone riempiono le strade durante la seconda settimana di ottobre, insieme con i suoni di inni, campane e fuochi d'artificio, per accompagnare l'immagine dalla Catedral da Sé fino alla basilica

Natal

Qui la festa prende il nome di Carnatal, ed è l'evento più potente del carnevale che si svolge fuori stagione. Si hanno analogie con quello di Salvador de Bahia, con le bande dei trios electricos che riempiono la festa di musica ed energia. Si svolge di rito nelle prime settimane di dicembre. 

il turistainfo

 

COMENTÁRIOS
Google Tag Manager
cod facebokk msn